Cosa è il Sostegno al Reddito?

Sono una serie di prestazioni INPS erogate a sostegno del reddito.

Quali sono nello specifico?

BONUS BEBE’

CHI PUO’ RICHIEDERLO?

Dal 1° Gennaio 2019 il Bonus diventa strutturale, e ne avranno diritto tutti i nuclei familiari in cui sia presente un figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2019 e che siano in possesso di un ISEE in corso di validità non superiore a 25.000 euro, spetteranno:

480 euro (40 euro al mese) nel caso in cui il valore dell’isee non sia superiore a 25.000 euro per il termine di 1 anno a partire dal mese di nascita;

960 euro (80 euro al mese), nel caso in cui il valore dell’ISEE non sia superiore a 7.000 euro per il termine di 1 anno a partire dal mese di nascita.

COSA SPETTA:

La legge 23 dicembre 2014, n. 190 art. 1 commi 125-129 al fine di incentivare la natalità e contribuire alle spese per il suo sostegno, ha riconosciuto un assegno di importo variabile a seconda del valore della Dichiarazione sostitutiva unica (D.S.U).

REQUISITI

Cittadinanza Italiana, o di uno Stato dell’Unione Europea o in caso di cittadino di Stato Extracomunitario lo stesso deve essere in possesso di permesso di soggiorno UE di lungo periodo; Residenza in Italia; Convivenza con il neonato; ISEE del nucleo familiare di appartenenza del richiedente, non superiore ai 25.000 euro all’anno.

LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata in via telematica entro 90 giorni dalla nascita del minore e l’assegno spetta a decorrere dal mese di nascita o di ingresso in famiglia; trascorso i 90 giorni l’assegno spetta dal mese di presentazione della domanda.

Richiedilo subito

BONUS ASILO NIDO

COSA E’ IL BONUS ASILO NIDO?

Nell’ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie, l’articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232 ha disposto che ai figli nati dal 1° gennaio 2016 spetta un contributo di massimo 1.000 euro, per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

L’articolo 1, comma 343, legge 27 dicembre 2019 n. 160, ha elevato l’importo del buono fino a un massimo di 3.000 euro sulla base dell’ ISEE minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione.

Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore. Le istruzioni per la presentazione delle domande per l’anno 2020, sono contenute nella circolare INPS 14 febbraio 2020, n. 27. La domanda può essere presentata dal genitore di un minore nato o adottato in possesso dei requisiti richiesti.

QUANTO SPETTA?

L’importo massimo erogabile al genitore richiedente, a decorrere dal 2020, è determinato in base all’ ISEE minorenni, in corso di validità, riferito al minore per cui è richiesta la prestazione.

Richiedilo Subito

BONUS PER FORME DI SUPPORTO NELLA PROPRIA ABITAZIONE

COSA E? IL BONUS PER LE FORME DI SUPPORTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE

Il bonus per le forme di supporto presso la propria abitazione viene erogato dall’Istituto a seguito di presentazione da parte del genitore richiedente, che risulti convivente con il bambino,  di un attestato rilasciato dal pediatra di libera scelta che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”.

A decorrere dal 2020, l’importo della prestazione erogata varia in base al valore dell’ ISEE minorenni riferito al minore per cui è richiesta la prestazione

Richiedilo Subito

PREMIO ALLA NASCITA (MAMMA DOMANI)

COSA E’ IL PREMIO ALLA NASCITA

Il premio alla nascita di 800 euro (bonus mamma domani) viene corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo mese di gravidanza) o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo.

Il premio non concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all’articolo 8 del Testo Unico delle imposte sui redditi.

A CHI E’ RIVOLTO?

La prestazione, altrimenti detta bonus mamma domani, è rivolta alle donne in gravidanza o alle madri per uno dei seguenti eventi verificatisi dal 1° gennaio 2017:

  • compimento del settimo mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Il beneficio è concesso in un’unica soluzione per ogni evento (gravidanza, parto, adozione o affidamento) e in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

QUANTO SPETTA?

L’importo dell’assegno è di 800 euro.

Le modalità di pagamento previste sono:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su conto corrente bancario;
  • accredito su conto corrente postale;
  • libretto postale;
  • carta prepagata con  IBAN.

Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice  IBAN.

A partire dal 10 aprile 2020 non è più necessario il completamento e la trasmissione del modello SR 163 (Circolare Inps n. 48 del 29 marzo 2020).

Richiedilo Subito

Sei pronto a scriverci?